PERCHÉ URLIAMO AI FIGLI ANCHE SE NON VOGLIAMO?

Perché URLIAMO ai FIGLI anche se NON VOGLIAMO?

Ti sei ripromessa/o mille volte che non avresti mai più urlato, eppure capita… in una frazione di secondo, parti a raffica e urli. Frasi che non ti appartengono, che tu non diresti mai… a volte sembrano frasi di altri tempi.



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


…in questo articolo voglio spiegarti il perché e perché non è colpa tua. Il metodo Figli Felici è attento SIA alla crescita serena dei nostri figli, utilizzando i migliori strumenti in circolazione, SIA ad aiutare il genitore a sentirsi all’altezza e a migliorare il migliorabile.

Il sistema limbico del nostro cervello è quella parte del nostro cervello che gestisce le emozioni, è quella parte che per semplicità io chiamo inconscia. Quella parte che non ha freni inibitori (per questo viene aiutata dalla neocorteccia), quella parte del cervello a cui non interessa apprendere le regole della società e del rispetto per gli altri, quella parte che segue le leggi emotive della sopravvivenza: paura, fuga, rabbia, ribellione, chiusura, attaccamento, reazione, depressione…

Urliamo perché la parte cosciente di noi, la parte razionale e in controllo, la neocorteccia, in pratica, è bypassata, un po’ come se andassimo in tilt. Urliamo perché il sistema limbico riprende il controllo per un istante. E in quell’istante “perdiamo la brocca” e urliamo.



urliamo figli non vogliamo
urliamo figli non vogliamo
urliamo figli non vogliamo.


Il cervello è come se non riuscisse a reggere altri capricci, altre grida, altre marachelle e allora: TILT, e si urla per sopravvivenza cerebrale.

Ecco in pratica come funziona.

Le informazioni arrivano comunque alla nostra comprensione. Passano dall’amigdala e lei decide dove inviarle, o alla neocorteccia (dove pensiamo) o al sistema limbico. Se le informazioni che arrivano provocano un sovraccarico, vanno direttamente al sistema limbico (per velocità di reazione, è un modo di funzionamento sviluppato per sopravvivenza). Ciòdetto, la logica e il ragionamento qui non ci sono. La reazione emotiva, per liberare le emozioni dal sistema nervoso e per reagire agli eventi, è immediata… e si tratta delle urla del genitore verso il figlio.

Perché frasi che sembrano di altri, o di altri tempi?

A volte poi pare che non siamo noi a urlare, a dire quelle frasi, quelle espressioni… Ci sembra di sentire nostra madre o nostro padre. Non c’è affatto da stupirsi. È proprio così. Anche se sono passati decenni, quelle sono frasi che sono rimaste in noi, nel nostro profondo e ci hanno segnato emotivamente: chi le conserva senza troppo coinvolgimento emotivo, chi ha imparato a reagire, chi si è fatto soverchiare…

In ogni caso, quelle frasi ritornano e in quei momenti di tilt razionale riemergono, perché sono la prima soluzione che la mente abitudinaria (inconscia) conosce. Vorrei subito rassicurarti, non ti stai trasformando in tua madre, è solo che alcune memorie riemergono in momenti emotivamente travolgenti. Qui un articolo che spiega COME correggere queste frasi che emergono inaspettatamente e inconsciamente.

Ecco infine perché non devi sentirti in colpa.

Quando poi ci si sfoga e ci si calma, il controllo ritorna a livello corticale e riprendiamo a ragionare. Rinsaviamo e ci sentiamo subito in colpa. Una battuta che gira sui social recita: “Dietro ogni grande figlio, c’è una MAMMA che è abbastanza sicura di aver rovinato tutto”. Ci sono due modi per reagire al senso di colpa: la spinta motivazionale a cambiare o la resa. In questo articolo ti dimostro come si può controllare la reazione emotiva delle urla, naturalmente ti consiglio vivamente di arrenderti alle urla. si può cambiare e si deve per il bene di tuo figlio.

Tuttavia, non saremo mai perfetti…

Siamo fatti così, una parte che ragiona e migliora, una parte che, comunque e inevitabilmente, a volte prenderà il sopravvento. Perché è giusto così, perché se non fosse così non potremmo sopravvivere a certe emozioni… E allora, se alle volte, in futuro, ti capiterà ancora di urlare, vorrà dire che il tuo cervello aveva bisogno di decomprimere. Farai in modo di urlare meglio, con un linguaggio più propositivo e per il minor numero di secondi possibili.



urliamo figli non vogliamo
urliamo figli non vogliamo
urliamo figli non vogliamo


Se vuoi approfondire l’argomento, leggi anche: Come evitare (per quanto possibile) di urlare ai bambini.



Ciao, sono Debora, sperò che questo articolo “Perché URLIAMO ai FIGLI anche se NON VOGLIAMO?” ti sia piacito. Se hai una domanda sull’argomento lasciami un commento e sarò molto felice di risponderti. Per approfondire puoi guardare anche il video, qui sotto, di presentazione del metodo Figli Felici. Ciao, grazie e a presto!


Rendi il tuo stile educativo amorevole & strutturato. Aiutali a crescere nel mondo: diventa oggi leader emotivo e coach comportamentale dei tuoi figli. Ti seguirò passo passo anche nel gruppo di supporto incluso. Puoi iniziare adesso con la formazione online.







Articoli più letti…


Rabbia e figli: COSA FARE? Rabbia e figli: COSA FARE?
Riconoscere le emozioni degli altri è segno di rispetto, facciamolo anche con i nostri figli. In questo video-blog ti parlo di rabbia e figli, come riconoscerla e cosa fare. Quando tuo figlio è arrabbiato, se ti arrabbi anche tu non risolvi granché. Se non rispetti il suo sentimento, la sua ira continuerà più a lungo. Se la riconosci, ti apri…


Stare con i figli: TEMPO DI QUALITÀ o quantità di tempo? Stare con i figli: TEMPO DI QUALITÀ o quantità di tempo?
Ci sprona Papa Francesco: “trovate il modo di perdere tempo con i vostri figli”. E ce lo confermano le ricerche scientifiche della Yale University e una mamma avvocato che ha lasciato la sua carriera per passare del tempo con i suoi figli. Tra la qualità a tutti i costi …e la quantità di tempo passata con loro, le statistiche ci dicono che…


ENURESI DIURNA: pipì a 4 anni RISOLTA in 10 giorni! ENURESI DIURNA: pipì a 4 anni RISOLTA in 10 giorni!
Come si risolve la pipì di giorno di un bambino già grande? E quali potrebbero essere le cause? Ecco un caso di enuresi diurna di una precoce bimba di 4 anni e che potrebbe aiutarti a risolvere il tuo. Mi scrive una mamma: La mia bambina di 4 anni è molto avanti come bambina. Aperta, concentrata, intelligente, ha tolto il pannolino a 2 anni e…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *