Come PREPARARE TUO FIGLIO all’arrivo del FRATELLINO o della SORELLINA

Come PREPARARE TUO FIGLIO all’arrivo del FRATELLINO o della SORELLINA

Ricordo quando aspettavo Tessa, e Emma aveva due anni. Le facevo ascoltare la pancia, le spiegavo chi c’era dentro, e le leggevo libri che parlavano di fratellini.



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


Sotto sotto però avevo paura che, una volta nata la sorellina, Emma si fosse sentita messa da parte, meno amata da mamma e papà. Poi ho portato a casa Tessa e ci siamo messe tutte sul divano a guardarla.

All’inizio non voleva toccarla, forse aveva paura o non capiva che fosse una “persona”, certo, anche Emma al tempo era piccola. Pochi giorni dopo mi ha chiesto se lei dovesse restare con noi o se poi l’avrei rimandata indietro. Be’, che dire, era prevedibile. Non poteva capire.

A distanza di due anni, Emma e Tessa sono affettuose (non sempre in pace fra loro, ma è normale) e amorevoli. Si cercano e giocano insieme. Entrambe difendono l’altra se io alzo la voce, entrambe redarguiscono l’altra se fa qualcosa che non deve. Fanno ridere. 🙂

È importante preparare il primogenito all’arrivo del neonato.

Ecco alcuni suggerimenti:


  • Coinvolgi il più grande nella scelta dei vestitini da riciclare, cose nuove da comprare, disposizione dei mobili…

  • Racconta al primogenito di quando è nato lui o lei e di come era da piccolo piccolo.

  • Fagli vedere la foto di un’ecografia e spiegagli l’immagine del fratellino.

  • Raccontagli cosa potranno fare insieme e la fortuna che avrà di avere un fratello o una sorella maggiore.

  • Se per i giorni di ospedale devi mettere il primogenito a dormire dai nonni, prepara questo evento prima. Evita che sia la prima volta che il bambino dorme fuori!


preparare figlio arrivo fratellino sorellina
preparare figlio arrivo fratellino sorellina
preparare figlio arrivo fratellino sorellina.


E qui alcuni consigli per quando arriva a casa il neonato:


  • Seppur sia normale che il primogenito non comprenda la presenza del neo arrivato, è bene che mamma e papà non sgridino mai il primogenito per avere pensieri di allontanamento. Spiegate con affetto e tenerezza.

  • Quando il piccolo arriva, fai così: coinvolgi il primogenito per ciò che può, come prendere il pannolino o la tutina dal cassetto, fare una carezza al piccolo per tranquillizzarlo, cantare la ninna nanna insieme alla mamma…

  • Questa l’ho fatta anche io: fai in modo che il piccolo arrivato porti un regalo con sé per primogenito. A noi è stato utile 🙂 Alcuni suggeriscono che sia anche il primogenito a fare un regalo al piccolo, dipende dall’età del primogenuto credo.

  • Mantieni la routine nei limiti del possibile. La mamma che dorme poco e che è stanca per l’allattamento non può sparire da un giorno all’altro e dormire di giorno. Se il primo figlio è uno shock, con il secondo è insonnia cronica :-).


Ciao, sono Debora, sperò che questo articolo “Come PREPARARE TUO FIGLIO all’arrivo del FRATELLINO o della SORELLINA” ti sia piacito. Se hai una domanda sull’argomento lasciami un commento e sarò molto felice di risponderti. Per approfondire puoi guardare anche il video, qui sotto, di presentazione del metodo Figli Felici. Ciao, grazie e a presto!


Rendi il tuo stile educativo amorevole & strutturato. Aiutali a crescere nel mondo: diventa oggi leader emotivo e coach comportamentale dei tuoi figli. Ti seguirò passo passo anche nel gruppo di supporto incluso. Puoi iniziare adesso con la formazione online.







Articoli più letti…


La RABBIA si butta FUORI! La RABBIA si butta FUORI!
Le e-mozioni sono fatte per essere esternate. Anche la rabbia segue lo stesso principio: buttiamola fuori come ci insegna Penelope online. Penelope. In questo simpaticissimo video, commento la tecnica super efficace di Penelope, bimba che ha fatto il giro di tutti i social grazie a sua mamma che l’ha filmata mentre spiega cosa si fa con la…


10 modi per SVILUPPARE la GRATITUDINE dei FIGLI 10 modi per SVILUPPARE la GRATITUDINE dei FIGLI
Come possiamo sviluppare la gratitutine dei figli? Un bambino grato sarà un giovane educato e rispettoso… Così almeno ci dicono e mi sembra osservando le giovani adolescenti al compleanno di un’amica di Emma. La gratitudine dei figli è uno dei valori più importanti e basici che il genitore vuole sviluppare e per cui lavora incessantemente…


È giusto SGRIDARE i BAMBINI in PUBBLICO? È giusto SGRIDARE i BAMBINI in PUBBLICO?
È stato sgridato in pubblico e messo in imbarazzo. È giusto sgridarlo in pubblico? Qual’è il limite quando fanno una cosa che non va? Come li si gestisce? Ferma? Controlla? Educa? Ecco una situazione e alcune domande sullo sgridare i bambini in pubblico: La scena: Bimbo (che chiamerò Andrea) di sei anni che giocava con altre compagne ai…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *