Tuo figlio è un “piagnone”? 4 Motivi validi

Tuo figlio è un piagnone? Lo è adesso più del solito? Esistono ragioni valide per cui lo sia diventato recentemente? Vediamone insieme quattro.



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


Escludendo la prima (che era la mia) per cui il genitore totalmente ignorante e ignaro del proprio futuro si ritrova con bambini che piangono… Invece di parlare e spiegare le proprie ragioni e esigenze. Mannaggia! Non dimenticherò mai il mio stupore con la mia prima quando piangeva a squarcia gola la sera perché stanca. E io mi dicevo: “Ma perché non va semplicemente a dormire?” Eheh… Oggi rido, allora non tanto 🙁

Detto questo, in questo video blog vediamo perché dovresti preoccuparti se tuo figlio è più piagnone del solito:

  1. Tu sei presente? O sei spesso assente ultimamente?Gli dedichi del tempo di qualità? Fate delle coccole o state semplicemente insieme per almeno un’ora al giorno (nel week-end di più naturalmente)?
  2. Ha amici che in questo periodo sono “piagnoni” per i loro motivi e tuo figlio o figlia tende a emulare il loro modo di esprimersi? A me capita, se l’amichetta di Emma tende ad alzare la voce, anche Emma – che non è da meno – verrà invitata a modulare la propria
  3. Tu o altre figure educative di riferimento adottate o state adottando recentemente atteggiamenti “aggressivi”? Tra voce, volume, parole… Possibili minacce verbali? Punizioni? Quello che in Positive Discipline è chiamato “lotta di potere”
  4. Ha subìto un cambiamento importante recentemente? L’inserimento in una nuova realtà scolastica? Il sonnellino pomeridiano tolto? Attività extra-scolastiche inserite?
  5. Eccoti allora tante domande su quattro possibili cause per cui tuo figlio possa essere diventato improvvisamente “piagnone”, divertiti a pensarci su un po’.

    Aggiungi al tuo calendario la data del prossimo corso di Figli Felici a MILANO

    iCalendar, Google Calendar, Outlook, Outlook Online, Yahoo! Calendar






    Rendi il tuo stile educativo amorevole & strutturato. Aiutali a crescere nel mondo: diventa oggi leader emotivo e coach comportamentale dei tuoi figli. Ti seguirò passo passo anche nel gruppo di supporto incluso. Puoi iniziare adesso con la formazione online o il corso dal vivo.






    Potrebbe piacerti anche…

    Appartenere e distinguersi: 1 dritta dalla Positive Discipline In inglese si dice Belonging and Significance, lo ha detto Rudolf Dreikurs con Alfred Adler (ma lo ha anche detto Maslow nella sua Piramide…). In italiano si traduce: appartenere e distinguersi al/dal nucleo famigliare. Ma cosa vuol dire? Se ne tieni conto ti salvi la tua relazione con tuo figlio: n...
    Quali sono gli obiettivi di un genitore Quali sono gli obiettivi di un genitore? Cosa vogliamo per i nostri figli? Ecco la domanda da un milione di dollari! Gli obiettivi di un genitore devono essere meravigliosi, alti, motivanti… I miei per le mie figlie sono di vederle crescere emotivamente equilibrate, serene e responsabili. Nel fratte...
    Tre miti sulle punizioni Per alcuni (non tanti a dire il vero e per fortuna!) genitori dare punizioni è il loro modo di reagire a pasticci dei figli: hai rotto il bicchiere quando ti avevo avvisato, vai in punizione. Hai preso un brutto voto, vai in punizione. Hai risposto male, vai in punizione. E così via. In questo artic...
    Come puoi aiutarlo quando prova ansia per la scuola? Provare ansia per la scuola è più comune di quanto si pensi: c’è chi manifesta il disagio verbalmente, chi sente mal di pancia, chi lo finge, chi fa i capricci… Cosa fare allora se tuo figlio non vuole andare a scuola e ha paura di sbagliare, della maestra che lo sgrida e urla, degli altri compagni?...
    È giusto controllare o dirigere i loro giochi? La risposta è no. Il motto di questo articolo è: facciamo dirigere i giochi a loro! È giusto supervisionare, controllare, ma mai dirigere o comandare i loro giochi. Ecco un video dal mio canale su YouTube… Si parla di come giocare e di come alcuni adulti non hanno ancora capito che giocare con i bam...

Comments 2

  1. Buonasera,ho un bambino di 3 anni (li compirà a dicembre)volevo sapere cosa poteva consigliarmi di un suo libro da poter leggere per trovare dei consigli utili.preferirei un libro piuttosto che i video.grazie buon lavoro chiara

    1. Post
      Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *