ASSENTARSI E COME DIRLO A VOSTRO FIGLIO

ASSENTARSI e come DIRLO a vostro FIGLIO

Volete scappare per un week-end romantico? O devi assentarti per lavoro? Come fai a dirlo a tuo figlio? Senza sentirti colpevole, senza che lui abbia paura e senza che tu “puzzi” di paura…



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


crescere bambini felici » Genitori & Figli » Debora Conti » Sperling & Kupfer » Figli Felici » Crescita Personale » Debora Conti Ci ho pensato anche io e ci ho pensato tanto. A parte per le giornate di corso, ho raramente lasciato le mie bambine da sole per più giorni.

Avevo paura che sentissero la mia mancanza e che chiedessero dove diavolo era finita la mamma (ego materno!).

E poi avevo anche paura che approfittassero della bontà dei nonni e di tornare poi in una “terra di nessuno” dove tutte le regole che avevamo pacificamente istituito si fossero frantumate in mille pezzettini… (doppio ego materno!!).

Mettiamola così. Pensavo troppo e non in modo utile. Ecco, in questo Vlog ho pensato a TRE accorgimenti da rispettare per assentarsi e come preparare i tuoi figli (o solo un lui o una lei).

1Scegli quando dirglielo in base all’età. Per i bambini sotto i tre anni di età, suggerirei di dirlo con poco preavviso: la mattina stessa per la giornata o il giorno prima, per un paio di volte, se parti la mattina seguente di buon ora.
Questo perché i bambini dall’anno ai tre anni non hanno la nozione del tempo. Ci hanno messo mesi per capire la differenza tra notte e giorno… Figuriamoci tra mattina e pomeriggio. Per loro, ogni volta che si risvegliano è un nuovo giorno, anche se si tratta della nanna pomeridiana. E’ inutile angosciarli con troppa aspettativa di separazione perché tanto non capiscono e si aspettano chissà cosa per nulla…

Lo sapevi?

Lo sapevi che uno degli assiomi del Parenting Method dello Yale Parenting Method è che “ogni comportamento sottolineato è un comportamento rinforzato“? Stiamo quindi attenti a cosa rimproveriamo ai nostri figli e come li incoraggiamo.

2Per loro tutto è nuovo, quindi usa un tono calmo e rassicurante anche per questa… novità. Gli hai parlato della scuola materna con tranquillità. Era qualcosa che andava fatto e basta. Gli hai presentato l’uso del vasino e poi del water perché era qualcosa che andava fatto.
Per ogni novità, tra l’uso della forchetta o del bicchiere, hai usato un tono di voce calmo e sereno. Pertanto, se annunci la vostra idea di assentarvi per il week-end con tensione, paura, senso di colpa… Lo sai benissimo che i figli annusano questi sentimenti meglio di cani segugio. Quindi, respira e rilassati. Anche se fosse una “fuga d’amore” (anzi, ormai definiamole di “fughe di silenzio”) della coppia, ve la meritate e diteglielo s-e-r-e-n-a-m-e-n-t-e.



Diventa genitore leader e coach dei tuoi figli: coach comportamentale e leader emotivo » Figli Felici » Debora Conti
Diventa genitore leader e coach dei tuoi figli: coach comportamentale e leader emotivo » Figli Felici » Debora Conti
Diventa genitore leader e coach dei tuoi figli: coach comportamentale e leader emotivo » Figli Felici » Debora Conti
Formazione Online

Qui impari come parlare, come chiedere, come accompagnare emotivamente e come guidare a livello comportamentale. Aiuta i tuoi figli con la guida emotiva e comportamentale della PNL della Positive Discipline e dello Yale Parenting Method. TUA per 97€

Voglio saperne di più



3Concentratevi su di loro, sul loro mondo. Ok, assentarsi ci sta, ma è controproducente dire che farete cose speciale, vi divertirete un sacco e – peccato – loro non possono venire. Se vi concentrate sul mondo dei vostri figli, loro sentiranno meno la vostra mancanza e si creeranno l’aspettativa di tutte le cose speciali che capiteranno a loro in vostra assenza.
Un w-e a casa dei nonni? Giochi speciali con la baby sitter che adorano? Possibilità di fare cose nuove? Di ingannare (benevolmente) nonni e baby sitter sui regolamenti di casa? Concentratevi sui loro vantaggi e arriveranno a dire: “Evviva, mamma e papà se ne vanno per qualche giorno!”.



TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Ciao, sono Debora, sperò che questo articolo “ASSENTARSI e come DIRLO a vostro FIGLIO” ti sia piacito. Se hai una domanda sull’argomento lasciami un commento e sarò molto felice di risponderti. Per approfondire puoi guardare anche il video, di presentazione del metodo Figli Felici. Ciao, grazie e a presto!


Rendi il tuo stile educativo amorevole & strutturato. Aiutali a crescere nel mondo: diventa oggi leader emotivo e coach comportamentale dei tuoi figli. Ti seguirò passo passo anche nel gruppo di supporto incluso. Puoi iniziare adesso con la formazione online.







Articoli più letti…


Educazione e rispetto per sé? Non obbligare tuo figlio a baciare qualcuno! » Educazione genitori & figli » Metodo Figli Felici » Debora Conti Educazione e rispetto per sé? Non obbligare tuo figlio a baciare qualcuno!
Lo scopo di questo articolo è parlare di educazione e rispetto, di forzature da parte del genitore troppo scrupoloso e di rispetto… Ma non verso gli altri, verso se stessi. Il rispetto che i figli devono saper coltivare per sé, le proprie scelte, la propria indipendenza e il proprio corpo, sin dai primi anni di vita. Devo ammetterlo, in… Prosegui


Come EVITARE di URLARE ai BAMBINI (per quanto possibile) » Consigli per crescere i figli » Metodo Figli Felici » Debora Conti Come EVITARE di URLARE ai BAMBINI (per quanto possibile)
Abbiamo già parlato del perché urliamo nonostante tutti i nostri buoni propositi (puoi leggere qui l’articolo in merito al funzionamento della parte libica del nostro cervello), ti ho anche già suggerito tre modi per cambiare il contenuto di quelle frasi dette con impeto, almeno per correggere le parole, se non possiamo sempre contenerci… Prosegui


Il TEMPO per SÉ e il TEMPO per i FIGLI » Educazione genitori con la PNL » Metodo Figli Felici » Debora Conti Il TEMPO per SÉ e il TEMPO per i FIGLI
Cara mamma che passi tutto il tuo tempo con i tuoi figli e solo con i tuoi figli, oggi ti voglio lanciare un messaggio: se ti ritrovi a rispondere in malo modo, troppo nervosamente a una richiesta “da bambino”… Stai attenta. Tu sei un adulto e hai bisogno di parlare con adulti, di staccarti a volte dalla logica dei bimbi. Non è per svago,… Prosegui


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *