HomePNL per Genitori ⟩ 6 + 7 segreti per come aiutare tuo figlio ad avere fiducia nelle sue capacità mentre fate i compiti

6 + 7 segreti per come aiutare tuo figlio ad avere fiducia nelle sue capacità mentre fate i compiti


Fate i compiti ma ha paura di sbagliare? Teme il tuo giudizio, non dimostra fiducia in sé. Come mai? Teme che perdi la pazienza oppure vai troppo veloce per lui?

educazione genitori, yale parenting method apprendimento, migliorare relazioni famigliari

Tendi a rispondere tu per lui oppure cerchi di spiegargliela in mille salse e insistentemente?

Sono reazioni che osservo spesso in genitori e che stavo per adottare anche io. Non fidandomi della matematica di oggi, cercavo di spiegarla a modo mio (a mio modo di adulta), scomponendo le decine dalle unità e chiedendo a mia figlia di seconda di arrivarci… proprio come faccio io ora. Invece, mi sono accorta che parlavo troppo (al vento), che non mi seguiva, lei si frustrava, io mi innervosivo e continuavo a parlare…

Allora, mi sono ripresa e ho aspettato. Ho assecondato. Mi sono messa al suo fianco e ho dato l’assistenza richiesta. Collaborativa e paziente. E ho fatto bene, benissimo. In primis perché mia figlia era contenta di studiare con me (e lo è ancora, sono io che mollo il colpo ora) e poi perché ora che è in Terza, mia figlia sta proprio imparando a scomporre, ad aggiungere o togliere delle unità per facilitarsi il conto a mente con decine e poi con le rimanenti unità.

Altre volte invece, cominciamo a parlare dell’importanza della scuola, che se non si adotta un metodo oggi non lo farà mai più nella vita. Che le “elementari” sono chiamate così per le basi elementari, appunto, da acquisire e che poi tutto è perduto… E via così, parole su parole al vento e che non alimentano la fiducia in sé del bambino. Troppe parole che non hanno assoluta presa motivazionale sui nostri figli.

Ti è mai capitato?

Ecco allora cosa fare e cosa NON fare quando fate i compiti insieme:

  1. Non sminuire i suoi compiti, per lui sono importanti e potrebbero essere difficili adesso

  2. Non dare più attenzione a un figlio rispetto che l’altro, dividiti equamente (se possibile e proporzionalmente alle età e difficoltà rispettive)

  3. Non urlare o perdere la pazienza… Come potranno amare i compiti, se li vivono con l’ansia di mamma o papà che vogliono solo la perfezione!

  4. Smettila di leggere tu per lui, smettila di spiegare le cose tre volte per fargli capire le cose, smettila di sostituirti ai suoi compiti (di fare i compiti, appunto!)

  5. Non ridicolizzare

  6. Non prenderlo in giro se sbaglia!

Ok, elencati i “non”, ora vediamo cosa è giusto fare insieme quando tuo figlio ha i compiti da fare:


  1. Mettiti al suo fianco e mantieni il viso aperto e accondiscendente

  2. Aspetta in silenzio che CI PENSI su un po’

  3. Se non arriva a dare una risposta, prima di aiutarlo CHIEDI se vuole una mano

  4. Se la vuole, fai domande perché ci arrivi da solo

  5. Se non la vuole, dì che aspetti tranquillamente, stai serena/o e magari mettiti a pulire i fagiolini intanto (!)

  6. Incalza leggermente e simpaticamente, aspetta e mantieni un viso rilassato

  7. Mantieni uno spirito e un’energia serena, aperta e accondiscendente, farà bene a lui/lei e a te!

E infine, ecco cosa evitare assolutamente quando fate i compiti insieme? Le PATERNALI. Quelle discussioni inutili sul suo futuro, sul posto fisso, sulla sicurezza, sulla responsabilità, sulla fiducia, sui sacrifici…

Tutto vero, certo, ma lo sappiamo entrambi che le parole non insegnano quanto i fatti.

Meglio responsabilizzare, passo passo, durante la crescita e sarà più facile che un bambino che oggi ha la responsabilità dei suoi compiti, domani abbia la responsabilità del proprio destino.

Evita anche di SMINUIRE, per lui ciò che è chiamato a fare oggi è importante, non ridurre al nulla gli sforzi di oggi, lo demotiverai. Frasi come «Quello che fai tu ora è facile, pensa alla vita dove non puoi sbagliare. Pensa al lavoro che avrai da grande, cosa dirai se non hai voglia?»

Lo sapevi?

Lo sapevi che il cuore ha un suo campo elettromagnetico che riesce a influenzare fino a un metro oltre il nostro corpo? Il campo elettromagnetico del cuore raggiunge distanze “relazionali” proprio grazie al pompaggio e alla risonanza che ne deriva. Se il tuo cuore è calmo, influenzerai (senza parlare) anche le persone attorno a te, figli, amici, colleghi, parenti.





Ciao, sono Debora, sperò che questo articolo “6 + 7 segreti per come aiutare tuo figlio ad avere fiducia nelle sue capacità mentre fate i compiti” ti sia piacito. Sono autrice, formatrice e Trainer di PNL a livello internazionale. Ho scritto diversi libri di crescita personale tra cui vari best seller e pubblicato diverse formazioni. Ho ideato diversi metodi di auto-aiuto e amo divulgare in modo semplice e pratico solo ciò che trovo utile.




Potrebbe piacerti…